lunedì , 25 settembre 2017
Breaking News
Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Digital Marketing / Come usare Pinterest, il social network delle immagini
Come usare Pinterest, il social network delle immagini

Come usare Pinterest, il social network delle immagini

Come usare Pinterest nel modo migliore: organizzazione, regolarità e qualità delle immagini sono le linee guida essenziali!

Mi sono avvicinato a Pinterest un po’ per caso, un po’ per curiosità, e un po’ perché era uno tra i social più utilizzati e non ne sapevo quasi nulla!
Incuriosito, ho scaricato e installato l’applicazione sul mio fidato smartphone.
Devo dire che la prima impressione è stata buona: ho percepito fin da subito una sensazione di organizzazione, precisione e senso estetico.

Poi, lasciatomi alla spalle il primo input, ho iniziato a cercare di capire meglio il funzionamento di questa app.
Sarò sincero con te: non è stato velocissimo comprenderne le meccaniche base. Ma dopo il primo impatto di smarrimento, sono andato via rapido e deciso.

Di Pinterest ne abbiamo parlato e sentito parlare molto spesso: è stato, assieme al cugino Instagram, uno di quei fenomeni mediatici che entrano nei case study e nelle statistiche di maggior successo del web.

Pinterest non è sicuramente il social network di cui si parla maggiormente, tuttavia negli Stati Uniti continua a essere secondo solo a Facebook.
Per chi è atterrato su Pinterest da poco tempo, farsi notare non è semplicissimo, e come al solito la richiesta di amici e conoscenti vari è sempre la stessa: come faccio ad avere più follower?

Pinterest

Quando gli ideatori hanno creato Pinterest nel 2010, non avrebbero di certo immaginato che dopo qualche anno sarebbe diventato il secondo social network degli Stati Uniti, entrando di fatto nell’elitè dei social media, e diventando un prezioso strumento di marketing.

Il successo di Pinterest è dovuto soprattutto alla sua capacità di soddisfare due esigenze che il web stava richiedendo a gran voce: la necessità di raccogliere i contenuti in modo chiaro e accattivante, e l’utilizzo crescente delle immagini come mezzo di comunicazione.

Le qualità che apprezzo maggiormente di Pinterest sono, infatti, organizzazione, ricerca e condivisione!
Vediamole insieme.

1. Altro che Google: fai una ricerca su Pinterest e rimani sbalordito!

Come ti dicevo poco fa, appena accedi a Pinterest potresti sentirti un po’ disorientato. Facebook ti sembrerà più immediato: ti ha insegnato a parlare di te, a condividere le foto, e diciamoci la verità, a farci “gli affari” dei tuoi amici.

Su Pinterest probabilmente troverai poche persone che conosci, e la tua home page verrà letteralmente invasa da foto e articoli: che fare?…

Il mio primo tentativo di approccio è stata una normale ricerca attraverso la casella presente in alto nell’applicazione.
Il mio consiglio è quello di iniziare fin da subito con questo sistema, e seguire quelle bacheche che ti interessano maggiormente e potrebbero esserti utili.
Ho notato una cosa: molti sono restii a seguire le altre bacheche, o altri utenti, mentre credo che per usare Pinterest con successo, questi siano dei passaggi fondamentali.

La tua bacheca diventerà sempre più ricca di pin utili e perfetti per te. Le tue ricerche si faranno sempre più precise e puntuali.

Immagina di avere a disposizione un motore di ricerca speciale, che ti mostra contenuti originali, e capace di sorprenderti ogni volta che lo utilizzi!

Pinterest

2. Come farsi seguire su Pinterest

Verifica il tuo profilo: brand o utente, sarai più affidabile e professionale se il tuo profilo sarà verificato.
Ultimato il procedimento, vedrai visualizzata una spunta accanto alla URL del tuo profilo Pinterest: questa sarà molto visibile nella lettura da mobile e durante la ricerca.
In aggiunta, la verifica dell’account ti permette di visualizzare una bacheca particolare: quella delle statistiche (analytics).
Potrai così verificare l’andamento dei tuoi pin e organizzare la tua strategia con maggior efficacia!

Usa i Rich Pin: sono una tipologia particolare di Pin, che forniscono informazioni aggiuntive ad un pin tradizionale. La visualizzazione di queste informazioni sarà messa in evidenza e catturerà l’attenzione di potenziali seguaci (pinners). Più informazioni darai ai tuoi pinners più saranno propensi a seguirti!

Integra il tuo sito per Pinterest: è importante che il tuo sito sia predisposto a pinnare in modo semplice ed immediato i tuoi contenuti.
Quando un’immagine piace a molte utenti, sarà più immediato per loro condividerla, e la tua visibilità sarà maggiore!

La qualità e la quantità delle tue foto: condividi su Pinterest foto belle, colorate e luminose! Ti sembrerà una banalità ma è molto importante!
Il mio consiglio: uno sfondo colorato, un taglio verticale e colori caldi. Le dimensioni migliori per le tue foto sono 730 x 1200 pixel.

Pubblica con continuità e precisione. Come ti consigliavo per Instagram in questo articolo, nè troppo né troppo poco.
Dimostra di essere sempre aggiornato pubblicando nuovi pin con una certa regolarità.
Quanti? 15/25 pin e repin al giorno, il più possibile scaglionati durante l’arco della giornata.

3.  Pinterest e l’organizzazione dei contenuti.

Segui un sacco di blog e riviste on line, e non sai come memorizzare un particolare articolo che hai trovato di spunto per un progetto che ti frulla nella mente da un pò di tempo?
Hai trovato un’immagine che potrebbe tornarti utile, ma sai che se la salvi sul pc o sullo smartphone andrà probabilmente dimenticata o persa?
Vuoi condividere con un amico o con un cliente, una tua personale ispirazione per un’idea che hai in testa?
Ecco che entra in gioco Pinterest! Un’organizzazione che darà maggior rilievo ai tuoi contenuti!

Ormai avrai capito che ogni pin che trovi in una bacheca, è correlato di altrettanti pin simili e appartenenti allo stesso argomento o categoria.

Inizia a creare le tue bacheche, divise per argomento, magari con una piccola descrizione, e selezionando una categoria a cui faranno riferimento.

Un piccolo consiglio: dedica soltanto una bacheca o due ai tuoi pin personali. Nelle altre puoi inserire e organizzare fonti esterne (caricando immagini ed inserendo link tramite il bottone “+” in basso a destra), oppure repinna semplicemente contenuti e immagini di altri utenti.

Pinterest nasconde anche un’altra particolarità: puoi tenere alcune delle tue bacheche segrete, oppure crearne alcune condivise.

4. La tua vetrina personale

Le bacheche che contengono i tuoi lavori, che siano articoli, immagini o ricette, potrebbero essere la risposta perfetta e puntuale alla domanda di un altro pinner!
Pinterest, quindi, non è più soltanto un motore di ricerca, e magazzino per le tue fonti e i tuoi contenuti, ma diventa un modo perfetto per dare visibilità al tuo lavoro o al tuo brand.


Vai, scaricalo, registrati, inizia a fare delle ricerche, crea bacheche, organizza, pinna e ripinna!
Allora, ti ho convinto ad utilizzare Pinterest? Lasciami un commento e se vuoi seguimi!

 

2 comments

  1. PINTEREST – Lo uso e mi piace molto – Domanda: quando entro nella mia pagina Pinterest dove è scritto quante bacheche ho?

    • Ciao Domenico,
      dalla pagina iniziale di Pinterest, clicchi sull’icona a forma di omino posta in alto a destra.
      In questo modo accedi alla tua sezione, dove trovi le tue bacheche.
      Grazie per il feedback! ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *