mercoledì , 22 novembre 2017
Breaking News
Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / Digital Marketing / Il Social Media Storytelling: comunicare per attivare le emozioni
Il Social Media Storytelling

Il Social Media Storytelling: comunicare per attivare le emozioni

Social Media Storytelling: le immagini e i video ricoprono un ruolo fondamentale perché permettono di trasmettere emozioni e valori in modo immediato.

Un’immagine vale più di mille parole!

Attraverso l’uso delle immagini puoi raccontare, illustrare, informare, ma soprattutto coinvolgere molto più facilmente che con le parole.
Le immagini sanno parlare un linguaggio universale, comprensibile a tutti e senza ostacoli di tipo linguistico.
Il risultato potrà essere più o meno soddisfacente, tecnicamente perfetto oppure no, ma la cosa importante è che sia d’impatto con il pubblico.

La capacità dello storyteller è quella di comunicare attraverso le immagini per attivare delle emozioni.
Ogni storia che vogliamo raccontare può quindi prendere vita da una semplice immagine.
L’immagine contiene una forza evocativa che può innescare la giusta leva emotiva per emozionare e coinvolgere.

Sui social network si fa un grandissimo uso delle immagini e dei video: essi infatti rendono tutto più interessante e diretto.
Se c’è un pioniere di questa tendenza dell’utilizzo di contenuti visual è senz’altro Pinterest.
Seguito a braccetto da Instagram, e in stretto contatto con Flickr e Tumblr.
Se parliamo esclusivamente di video pensiamo a Vine e Periscope.

Tutti questo social media, durante i mesi e gli anni che sono trascorsi dalla loro nascita, si sono ritagliati uno spazio rilevante nell’uso di immagini e video.
Credo che ogni social network abbia le proprie caratteristiche, una sua platea ben definita e un suo linguaggio.

Il Social Media Storytelling

 

Gli strumenti

Per intraprendere una strategia di comunicazione con questi media, diventa quindi fondamentale comprendere appieno quali contenuti e strumenti risultano i più adatti ai tuoi obiettivi.

Ecco quindi la domanda che ti devi fare: Qual è il mio pubblico? e quali sono i contenuti che lo attraggono?

Come prima cosa devi tenere in considerazione i contenuti. I canali con cui ti interfacci con il tuo potenziale pubblico o cliente sono soltanto gli strumenti di diffusione.

  • Instagram
    E’ un’applicazione gratuita che ti permette di scattare foto, applicare filtri, e condividerle sui principali social network, compresi Facebook, Tumblr, Flickr.
    E’ uno dei social visual per eccellenza che appassiona e coinvolge ogni giorno milioni di appassionati di fotografia (Instagramers).
    Qui trovi un articolo di approfondimento.
  • Vine
    E’ un’applicazione (solo mobile) disponibile per iOS e Android che ti permette di creare brevi filmati da condividere con i membri della community Vine, e su Twitter, Facebook e Tumblr.
    Vine ti permette di registrare video della durata di 6 secondi utilizzando la fotocamera dello smartphone.
    Un filmato volutamente breve, per riprendere un evento e trasmettere un messaggio allo spettatore.
    Qui un articolo di approfondimento

Il Social Media Storytelling

 

  • Google+ Stories
    Google Stories fa una seleziona automatica delle immagini più belle e rilevanti presenti nella tua raccolta.
    Successivamente viene creata una composizione dinamica, molto facile da visualizzare, e caratterizzata da un design accattivante.
  • Pinterest
    E’ il social network visual per eccellenza e la piattaforma più completa per il visual storytelling.
    Pinterest non solo ti permette di postare le immagini, ma ti consente anche l’interazione con esse.
    Come? Salvandole nelle rispettive bacheche (board), commentando e dimostrando l’apprezzamento attraverso un like.
    L’interazione con gli altri Pinners (utenti di Pinterest) è fondamentale per creare delle nuove connessioni.
    Pinterest stimola la tua interazione con persone che condividono i tuoi stessi interessi, indipendentemente dal luogo in cui ti trovi fisicamente.
    In questo articolo trovi una guida all’uso.

Conclusioni

L’utilizzo di immagini su questi social network può risultare molto efficace nella realizzare di una “storia visual”, in grado di comunicare i valori chiave che vogliamo trasmettere.
Sia che parliamo di Personal Branding, o di Business Branding.

In fondo si tratta di raccontare la tua storia, la nostra storia.
La propria esperienza e il nostro vissuto, in modo autentico: attraverso i canali digitali questo racconto non si esaurirà mai.
In qualche modo tutto ciò che abbiamo voluto trasmettere, rimarrà a disposizione anche per il futuro.
Nutrito continuamente da nuove attività ed esperienze che lo arricchiranno quotidianamente.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *