lunedì , 25 settembre 2017
Breaking News
Download http://bigtheme.net/joomla Free Templates Joomla! 3
Home / App & Tool / Whatsapp vs Telegram
Whatsapp vs Telegram

Whatsapp vs Telegram

Whatsapp vs Telegram: due app di messaggistica istantanea che appaino simili e sembrano non avere grosse differenze.

– update 11/02/2016 – 

 

Oggi ti convincerò a utilizzare Telegram, al posto dell’amatissimo e blasonato Whatsapp!
Vedrai che rimarrai davvero stupito e soddisfatto delle potenzialità di Telegram, e non vorrai più tornare indietro!

Di applicazioni per l’IM ce ne sono a centinaia, ma, al momento, le due che destano maggiore interesse e che sviluppano accese diatribe tra amici sono proprio loro: Whatsapp e Telegram.

Il duello “Whatsapp vs Telegram” sta diventando davvero interessante, e con questo articolo voglio aiutarti nella scelta dell’app migliore, attraverso un confronto!

«Telegram non è pensato per produrre profitti, non venderà mai pubblicità e non accetterà mai investimenti esterni. Non è in vendita. Non stiamo costruendo un database ma un programma di messaggistica per le persone».

Telegram

Allora cosa dici, cominciamo?

1.La registrazione

Whatsapp ha conquistato tantissimi utenti grazie a una grossa comodità: non servono nickname, registrazioni o altro. Basta il numero di telefono della persona che vogliamo aggiungere e il gioco è fatto!
Telegram fa un passo in più: hai infatti la possibilità di assegnare un nickname al tuo contatto. Così facendo potrai aggiungere nuovi contatti più velocemente, trovare amici senza aver bisogno del numero di cellulare. Ad esempio potrai chattare con una persona conosciuta online senza necessariamente condividere il numero di telefono.

Una piccola chicca che ti voglio svelare: potrai condividere o aggiungere, magari sul tuo sito/blog, il link https://telegram.me/username. Se cliccato, aprirà automaticamente sulla piattaforma in uso, una finestra di chat Telegram associata al tuo account!

2.Piattaforme di disponibilità

Va bene, ti sei registrato a Telegram dal cellulare e sei pronto ad utilizzarlo: ma se volessi messaggiare anche dal tuo tablet? Nessun problema: scarichi l’applicazione, inserisci il tuo numero e il gioco è fatto! Come risultato avrai due piattaforme sincronizzate con le quali potrai inviare e ricevere messaggi.

Rispetto a WhatsApp siamo già andati oltre anche su questo aspetto, ma cè di più…
E se volessi usare Telegram anche dal computer? Esiste un programma sviluppato appositamente, installabile su Windows, OSX o Linux, oppure una versione web molto più avanzata di quella di WhatsApp.
Lo stesso vale per iPhone e Windows Phone. Fantastico, vero?

Va bene, mi dirai, anche WhatsApp è fruibile da pagina web. Vero, ma, oltre ai noti problemi legati alla sicurezza, è necessario avere aperta l’app su smartphone.
Telegram invece lavora in modo indipendente su ogni singola app, web o mobile che sia, mantenendo tutto sincronizzato.
Telegram infine può essere utilizzato anche con tutti quei dispositivi che non sono dotati di connessione telefonica, come gli iPad e gli iPod touch, su cui Whatsapp non è accessibile, con sessioni di messaggistica sincronizzate completamente fra loro.

3.Condivisione

WhatsApp permette di inviare foto, video, file audio,… fino ad un massimo di 16 MB.
Con Telegram puoi inviare qualsiasi file entro 1,5 GB!
Come avrai intuito, con Telegram non ti limiterai ad una normale chat con condivisione di selfie, suonerie o file audio, ma potrai trasferire in modo sicuro qualsiasi file di grosse dimensioni!
Un vantaggio considerevole se pensi alla possibilità di sfruttare Telegram anche come cliente desktop: l’opportunità di ricevere e inviare file di enormi dimensioni rende la app molto versatile, potenzialmente alla pari dei client di posta elettronica.
Puoi condividere interi album fotografici, video, programmi e documenti in quantità, pronti ad essere inviati e ricevuti con un semplice click!

 

Whatsapp vs Telegram

 

4.Sicurezza

Telegram ha sempre avuto come obiettivo principale la sicurezza.
Telegram si fonda su un sistema di comunicazione dove sicurezza e privacy dei nostri dati sono al primo posto!
La sicurezza di Telegram è senza confronti: fino ad oggi sembra che nessuno sia riuscito a violare il sistema, che sfrutta il protocollo MTProto e un sistema avanzato di cifratura dei dati.
E WhatsApp? Lasciamo perdere, è quasi inutile parlarne! Ti faccio solo un esempio: hai presente Whatsapp Sniffer? Non dico altro…

5.Chat segrete

Su Telegram esistono chat segrete: esse sfruttano un sistema di cifratura uno-a-uno.
Solo il destinatario e il mittente hanno le credenziali, e nemmeno i server di Telegram possono cifrarne i contenuti.
I singoli messaggi non possono essere inoltrati e le chat segrete sono visibili solo sul dispositivo da cui sono partite, e non dalla altre piattaforme/applicazioni dello stesso account.
Le chat segrete si possono auto-distruggere dopo una specifica quantità di tempo: i messaggi spariscono su entrambi i dispositivi, non solo dal dispositivo di chi l’ha inviato ma anche da quello di chi l’ha ricevuto.

6.Gruppi

In Whatsapp puoi creare una chat di gruppo contenente massimo 50 persone.
In Telegram il gruppo può raggiungere 200 utenti. Con i super gruppi addirittura 1000 persone insieme.

7.Canali

Con Telegram puoi creare canali per inviare un messaggio a più persone (diversamente dal gruppo, gli utenti del canale non possono comunicare tra loro).
In Whatsapp la funzione del canale è denominata broadcast: il problema è che si può creare un broadcast solo con 256 contatti, mentre con Telegram il canale non ha limiti.

8.Bot

In Telegram puoi “chattare” con un bot: hai un contatto virtuale che risponde automaticamente a un certo tipo di domande/comandi.
Ad esempio esistono BOT per le previsioni meteo, per cercare video su Youtube direttamente da Telegram, per cercare immagini, stickers, gif e molto, molto altro.
Puoi aggiunger un BOT ad un gruppo, in modo che tutti i partecipanti possano utilizzarlo.

Qui trovi lo store ufficiale dove poter scaricare tutti i bot pronti all’uso!

9.Invio di Gif e Stickers

Telegram supporta l’invio di immagini GIF e Stickers. Basta digitare @gif e inserire un termine di ricerca. Con WhatsApp è necessario prima convertire le Gif in video, gli stickers invece sono del tutto assenti.

Conclusione

Ti rendi conto di quanto stai limitando le tue possibilità di comunicazione e sicurezza, solo per avere qualche decina di persone in più su Whatsapp?

Ti lancio una sfida: quanto tempo ci metteresti a far migrare i tuoi amici a Telegram?
Condividi questo articolo con loro e vedrai che li convincerai!

E tu che app usi? Scrivilo nei commenti!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *